Menu

Sempre più Sindaci seguono le nostre indicazioni per contrastare in modo efficace il gioco illegale e, di conseguenza, il gioco d'azzardo patologico!

 

A seguito della delibera del Consiglio Comunale di Mogliano Veneto che ha approvato il nuovo regolamento che impone criteri più razionali per disciplinare l’installazione delle sale da gioco e degli apparecchi di intrattenimento con vincita in denaro, vietandone la loro implementazione e il loro posizionamento nelle zone ad alto rischio, “aree sensibili”, come scuole, palestre, sedi associative, luoghi di culto. Si tratta del punto di equilibrio tra proibizionismo e liberismo nel campo del gioco.

Il Presidente dell’Associazione Culturale “La Sentinella” Luigi Nevola, ha voluto elogiare il Sindaco, per l’applicazione del provvedimento: “Un plauso al Sindaco del Comune di Mogliano Veneto, Carola Arena, che come già fatto dal Sindaco di Spresiano e Treviso, sta mettendo in campo queste nuove azioni per limitare ed arginare i rischi legati alla dipendenza da gioco, soprattutto a tutela delle le fasce più deboli, che sono molto più esposte. Riteniamo quindi questa scelta assolutamente valida e la appoggiamo pienamente. Il nostro auspicio è di vedere sempre più comuni aderire a queste nuove tipologie di regolamentazione, come già attuati dai Sindaci di Spresiano – Treviso – Mogliano.”

“Inoltre – ha aggiunto Nevola – con la nostra Associazione operiamo da diversi anni nella tutela dei più deboli affiancandoci alle Amministrazioni locali, informando e verificando le azioni e le strategie, e possiamo quindi affermare che è anche grazie a questo tipo di azione, non coercitiva, spostando il gioco verso le sale dedicate a norma, che si potrà arrivare ad un modello virtuoso da seguire, che possa risultare il più affidabile per il territorio, garantendo le migliori condizioni di gioco, legalità e tutela del giocatore. Un modello che automaticamente contrasta il gioco illegale o irregolare nonché la proliferazione dei “Totem” e apparecchi simili”.

PressGiochi