Menu

in questi giorni abbiamo ricevuto due mail da parte della segreteria delle Sentinelle in Piedi Alto - Adige.

Proprio per evitare divisioni e polemiche, abbiamo evitato di rispondere ufficialmente, tuttavia, pensiamo che siano necessarie alcune precisazioni, poiché crediamo fermamente nella Verità, che ci spinge a collaborare con Generazione Famiglia, Comitato Genitori Bolzano, Difendiamo i nostri i Figli e altre realtà.

Il Centro Culturale “LaSentinella” vede nel direttivo Luigi Nevola (Presidente), Calogero Di Cara (Vice Presidente), Dario Chinellato (Segretario) e Paolo Tombolato (Tesoriere). Vogliamo fugare ogni dubbio sulla nostra buona fede sottolineando, che la sua fondazione risale al 06/05/2009 ed è ufficializzata da atto notarile con relativo statuto.
L’idea di fondare il Centro Culturale “LaSentinella” nasce dall’esperienza vissuta per anni da alcuni membri del direttivo nelle “Sentinelle del mattino” fondate nel 1999 da Don Andrea Brugnoli (www.sentinelledelmattino.org) nel veronese e zone limitrofe.
Già nel 2004, alcuni di noi, hanno portato a Bolzano diverse iniziative di evangelizzazione di strada, tra cui la più famosa è “Una Luce Nella Notte”, presente ancora oggi in tantissime Diocesi italiane. Molti si ricordano ancora di quei giovani, che tenevano aperta una Chiesa di sabato sera ed andavano a due a due ad invitare altri giovani all’incontro con Gesù!
Il Centro Culturale “LaSentinella” ha operato prevalentemente a Verona attraverso la partecipazione dei sui membri alle numerose iniziative di formazione, evangelizzazione e cultura (Caffè Teologico, Corso di preparazione al matrimonio, Una Luce Nella Notte, Corso Base di Evangelizzazione, Family Bar, ecc).
In accordo col nostro Padre Spirituale, Don Andrea Brugnoli, abbiamo quindi deciso che il nome di questo Centro Culturale non avrebbe potuto che essere “LaSentinella”, in quanto realtà nascente dal progetto Sentinelle del Mattino.
Dopo alcuni anni dalla nostra fondazione, nel 2013 a Brescia (http://www.tempi.it/sentinelle-ecco-chi-sono-davvero-i-libe…), nascono le Sentinelle in Piedi che nulla hanno a che vedere con il nostro Centro Culturale o con le Sentinelle del Mattino (http://www.sentinelledelmattino.org/it/chi-siamo/faq.html).
“Le "Sentinelle in piedi" sono una resistenza formata da persone che vegliano su quanto accade nella società denunciando ogni occasione in cui si cerca di distruggere l’uomo e la civiltà. Esse vegliano nelle piazze per risvegliare le coscienze intorpidite e passive di fronte al pensiero unico. Ritti, silenti e fermi questi uomini e donne vegliano per la libertà d’espressione e per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna. Esse sono una rete apartitica e aconfessionale” (http://sentinelleinpiedi.it/chi-sono-le-sentinelle/).
Il Centro Culturale “LaSentinella” e le Sentinelle del Mattino condividono questa finalità e molti partecipano alle veglie delle "sentinelle in piedi", ma le due realtà sono totalmente differenti nel metodo e nelle proposte. Mentre le sentinelle in piedi fanno pressione sulla società con le veglie, noi risvegliano e formiamo le persone che desiderano mobilitarsi con questa e altre iniziative.
Questa lettera vuole chiarire ogni dubbio sollevato attraverso le mail inviate dalla segreteria delle Sentinelle in Piedi Alto - Adige. Se la nostra radice non fosse stata quella delle Sentinelle del Mattino, forse avremmo scelto un altro nome, chi lo sa, ma noi nasciamo da lì, da quell’esperienza, da quella voglia di affermare Gesù in ogni contesto. Per questo crediamo nella battaglia culturale e per questo nasce il Centro Culturale “LaSentinella”.
Certi che abbiate compreso quali siano i nostri intenti e che non vi sia spazio per la confusione e zizzania, ribadiamo il nostro invito a partecipare alla conferenza con l’Avv. Simone Pillon del 1 luglio alle ore 20.30 e a continuare a seguire le tutte nostre iniziative.
Cordiali Saluti
Luigi Nevola
Presidente Centro Culturale “LaSentinella”